Le ragioni di un rifiuto

17 mag 12 | Scritto da Giuseppe | Archiviato in Appunti di design, Featured, Lami-idee, Vita Aziendale Tag: , , , , , Le ragioni di un rifiuto

Dopo un periodo di grossi impegni lavorativi per traslochi ed eventi, ieri finalmente siamo riusciti a sederci a tavolino per analizzare tutti i progetti che avevamo in attesa. Potrebbe sembrare un impegno semplicissimo ma in realtà non lo è: quasi l’intera mattinata l’abbiamo dedicata alla visione e discussione dei singoli prodotti. Non finisce qui, infatti ora mi aspetta la parte più difficile,comunicare ai designer interessati l’eventuale “rifiuto” dei loro progetti spiegandone i motivi e vi assicuro che non tutti riescono a vedere il lato costruttivo della cosa,un errore segnalato oggi si spera che non si ripeta in futuro.
L’idea di questo post è nata proprio per cercare di evitare il ripetersi in futuro di alcuni banali errori tipici nel nostro settore ma non starò qui a scrivere un mero elenco di cose da fare o non fare, piuttosto darei delle indicazioni sulle quali riflettere per migliorare il proprio lavoro( anche perchè se non avete la possibilità di raggiungerci per “vedere”dal vivo,bisogna che lo dica a parole!)
La cosa più brutta che ci possa capitare è aprire un progetto ed avere subito l’impressione di averlo già visto altrove in altri materiali; a tal proposito di solito ho una frase che a mio avviso è abbastanza emblematica:”nessuno s’inventa nulla”…Potrebbe sembrare un affermazione esagerata ma in fondo è proprio così,è difficile creare qualcosa di totalmente inedito mentre invece è molto facile, anche involontariamente, disegnare qualcosa di già visto o che ci somigli molto.
Molto spesso invece ci capita di scartare progetti perché non appropriati ai materiali che trattiamo: bisogna riflettere con attenzione e cercare di cogliere tutte le possibili sfumature per evitare di proporre qualcosa che prodotto in lamiera risulterebbe inutile o brutto( se non anche pesante).
Nostro malgrado,il motivo principale che ci fa scartare la maggior parte dei progetti è la presenza di lavorazioni impossibili o di dettagli,sicuramente belli su un rendering ma che difficilmente possono essere riprodotti nella realtà. L’unico rimedio a tutto questo è solo accumulare esperienza con i materiali e le possibili lavorazioni e soprattutto cercare di definire ogni singolo particolare.

In un’altro post vi indicherò graficamente  le lavorazioni impossibili, per ora invece quando ideate un nuovo prodotto sforzatevi su questo mantra: sto ideando un prodotto in ferro

Non riusciamo ad accumulare esperienza? DIALOGHIAMO, e se avete qualsiasi dubbio scriveteci o telefonateci: cercheremo di spiegarci meglio.

Alla pagina COLLABORA del nostro store troverete il nuovo modulo di presentazione prodotti da scaricare. Attenzione! non pretendiamo che lo compiliate nei minimi particolari, ma piuttosto che ci diate una “mano” nel poter esaminare al meglio la vostra proposta( in fondo la nostra azienda si assume il carico dell’intera prototipazione, e per non rischiare è meglio valutare da subito il valutabile)
Prima di salutarvi ci tengo comunque a sottolineare che il mio intervento è del tutto generale e l’unica cosa che mi interessa è poter esaminare in futuro progetti sui quali non potremo far altro che apporre il timbro: “APPROVATO”

Vi va di aggiungere qualcosa al mio post? Commentate qui sotto :)

Scritto da Giuseppe

Lascia un commento

*

Le nostre foto

Lamidea su Twitter